NewsRassegna Stampa

Volkswagen è sicura: in futuro ricaricare l’auto elettrica sarà gratis.

Volkswagen è ufficialmente scesa in campo nel mercato della mobilità elettrica già da qualche mese, e sta cominciando a mostrare i muscoli: un paio di giorni fa si è svolto il Volkswagen Group Power Day – di cui vi riportiamo l’intera diretta nel video in fondo alla news – durante il quale il colosso di Wolfsburg ha affermato di voler diventare un vero e proprio collegamento tra il mondo della mobilità e quello dell’energia, realizzando collaborazioni con i più grandi fornitori di energia del mondo al fine di facilitare la diffusione della mobilità elettrica, e della relativa infrastruttura necessaria.

Le intenzioni di Volkswagen si traducono in due impegni fondamentali: il primo consiste nella promessa di dimezzare i costi della produzione di batterie entro il 2030, così da poter offrire sul mercato delle auto elettriche a prezzi accessibili ai più, e il secondo è proprio relativo all’infrastruttura di ricarica – uno dei principali fattori che sta rallentando la diffusione delle auto elettriche. Addirittura, secondo il piano di Volkswagen, si potrebbe arrivare a un punto nel futuro in cui ricaricare l’auto elettrica alle colonnine sarà completamente gratuito: per arrivare a questo obiettivo, che ad oggi sembra davvero utopistico, sarà necessaria una gestione molto accorta della rete e dell’evoluzione che dovrà subire, oltre ovviamente alla necessità di concentrarsi sullo sviluppo di fonti di energia rinnovabili.
Nel concreto, il piano di Volkswagen è relativamente semplice: da oggi, fino al 2025, il gruppo ha intenzione di realizzare e gestire 18.000 punti di ricarica Fast e UltraFast in Europa, una cifra davvero ambiziosa considerato che ad oggi in tutto il vecchio continente si contano meno di 1/5 di quelle colonnine. Così facendo, Volkswagen potrà soddisfare – secondo le previsioni – il bisogno di energia per la ricarica di 1/3 delle auto elettriche sul continente.
Questo piano sarà realizzato in collaborazione con i maggiori fornitori di energia dei paesi europei, come Enel in Italia – come già visto nel caso della stazione di servizio per auto elettriche nata a Roma – Iberdrola in Spagna e BP in Regno Unito. Il piano prevede un’espansione anche negli Stati Uniti, in collaborazione con Electrify America, e in Cina, dove dovrebbero sorgere 17.000 colonnine di ricarica entro il 2025 grazie alla collaborazione con CAMS.
A partire dal 2022, Volkswagen aggiornerà tutte le sue auto elettriche così da renderle compatibili con il sistema vehicle-to-grid che permette all’auto di scambiare energia elettrica con la rete, un aspetto cruciale per avere una rete efficiente e a basso costo.

Fonte tomshw.it

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button