NewsRassegna Stampa

Benedetti si ferma dopo 45 anni “Gli incassi non coprono le spese”

Lo storico gestore di via Fontanelle: “Passati da 3.500 a 500 chili di gas venduto al giorno”

Chiude il distributore di metano dopo 45 anni di attività. A Civitanova è stato il primo impianto ad aprire in via Fontanelle, nei pressi del Chienti, nel 1977, quando le auto alimentate a metano erano in numero limitato, c’era una sovrattassa per chi decideva di realizzare l’impianto ma sotto le colonnine c’erano lunghe file in attesa per fare il pieno. A decidere la chiusura è stato Goffredo Benedetti, che aveva 25 anni quando assunse la gestione dell’impianto. Lo hanno poi seguito i due figli che oggi gestiscono importanti impianti in altre zone. Goffredo ha via via potenziato il suo impianto, allargandone l’attività alla distribuzione di ogni tipo di carburanti e all’autolavaggio. E ha saputo anche adeguarsi ai tempi. Proprio qualche settimana fa, infatti, ha inaugurato, sempre in zona Fontanelle, un grande impianto di ricarica per auto elettriche, un investimento poderoso. “Ho chiuso la distribuzione con il metano che era a quota 3,49 euro – dice –, perché non si poteva più andare avanti così. Un costo impossibile. La situazione ha cominciato a farsi seria già da diversi mesi. Nei tempi migliori, sono arrivato a vendere 3.500 chili di gas al giorno, ultimamente ero sceso a 5-600 chili. Non siamo noi a determinare i prezzi di vendita, il gestore deve solo rispettare le decisioni di altri. Gli incassi degli ultimi periodi non erano sufficienti neanche per coprire le spese del personale”. Benedetti non ha licenziato i due dipendenti addetti alla distribuzione, li ha solo mandati in ferie. Un segno di fiducia verso il futuro? “Non so se le cose cambieranno, me lo auguro. C’è però un concorso di fattori che mi inducono a nutrire dubbi, almeno nell’immediato. E non sono fattori legati solo alla guerra. La gente è sfiduciata anche per altri motivi, le incertezze sono tante. Le fabbriche vivono momenti di preoccupazione, il turismo soffre. Spero nella ripresa, ma non sono convinto che avvenga presto”.

Fonte ilrestodelcarlino.it –  Articolo di Giuliano Forani

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button