NewsRassegna Stampa

STRATEGIE DI MARKETING PER LE NUOVE GENERAZIONI

ovvero come convincere le generazioni che non amano l’automobile a lavarla negli autolavaggi.

Una recente ricerca commissionata da Quattroruote a Bain & Company ha evidenziato come i Millenials, cioè nati tra il 1984 e 1995, non siano particolarmente interessati all’automobile. Ne posseggono una ma principalmente per questioni di praticità, non le sono particolarmente affezionati e men che meno la considerano uno status symbol come facevano i Babyboomers degli anni ’50 e ‘60. Questo disamoramento è dimostrato dal crollo (-25%) del numero di patenti rilasciate tra il 2001 e il 2017. Naturalmente questa tendenza è più forte nelle città e, per ovvi motivi, registra un’inversione di tendenza man mano che ci si allontana dalle metropoli. Se per i costruttori di automobili diventa difficile conquistare i giovani e si rende necessario un approccio mirato che utilizzi una comunicazione personalizzata anche per gli autolavaggi non è semplice conquistare questa fascia di clientela. I Millenials e la successiva Generazione Z (i nati dal ’95 a oggi), vivono connessi, possiedono uno smartphone e le loro abitudini di acquisto sono fortemente condizionate dai social media. Se gli automobilisti, di qualunque età, sono attratti dall’aspetto, dall’estetica e dalla pulizia di un impianto di autolavaggio, per i giovani ci vuole anche altro. Ci vogliono la praticità e la facilità d’uso. La digitalizzazione del servizio e del pagamento sono sicure attrattive per questa nuova fascia di consumatori. Loro sono già abituati a iscriversi a gruppi e a sottoscrivere abbonamenti (Netflix, Apple Music, Amazon, Spotify) e riconoscono nell’abbonamento il vantaggio del prezzo inferiore rispetto a quello che pagherebbero altrimenti e apprezzano anche la comodità dei rinnovi automatici. Creare campagne pubblicitarie digitali che siano accattivanti per i giovani permette di acquisire potenziali clienti. Offrendo loro, attraverso i social media, uno sconto riservato in cambio dell’indirizzo email, permette di creare un elenco di clienti o potenziali tali ai quali successivamente poter inviare le promozioni di nuovi servizi o offrire ulteriori sconti sui lavaggi.

Poiché le nuove generazioni si affidano principalmente alle informazioni on line per prendere le loro decisioni di acquisto, il sito web o la pagina Facebook o Instagram devono essere tassativamente regolarmente aggiornate. Molte delle scelte dei giovani vengono condizionate dalle recensioni che sono estremamente importanti sia per attrarre nuovi clienti sia per fidelizzare quelli che già ci hanno visitato. I giovani consumatori vogliono essere ascoltati e quindi i gestori devono impegnarsi a rispondere a tutti, in ogni canale. Le risposte devono essere rapide ed empatiche, Millennials e Generazione Z hanno tolleranza zero verso chi li ignora e usano il passaparola per scambiarsi opinioni. Il parere di un amico è il principale motore di acquisti seguito dalle ricerche online, dalle recensioni e dall’esperienza personale. Un’altra strategia per conquistare il pubblico giovane è dare loro una storia memorabile da raccontare attraverso i contenuti generati dai clienti stessi, come i video dell’autolavaggio che vengono pubblicati sui social. La storia memorabile può essere qualsiasi cosa, dall’introduzione di Apple Pay o di tecnologie simili, alla partecipazione ad eventi della comunità dove è ubicato l’impianto. Tutto questo crea l’opportunità per i clienti di condividere contenuti sull’autolavaggio attraverso i loro social media e, se questo accade, si può affermare con certezza che i clienti sono diventati promotori del vostro marketing e supportano attivamente la strategia di crescita del vostro autolavaggio.

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close