NewsRassegna Stampa

Divieto diesel-benzina, il 59% degli automobilisti UK dice no

Il sondaggio effettuato nel Regno Unito ha coinvolto 7.778 automobilisti interessati all’acquisto di una nuova auto, a seguito dell’annuncio di Johnson

Secondo un sondaggio effettuato nel Regno Unito che ha coinvolto 7.778 automobilisti interessati all’acquisto di una nuova auto, il 59% di essi ha dichiarato di non essere d’accordo con il divieto di vendita dei motori benzina e diesel entro il 2030.

La data, scelta dal primo ministro britannico Boris Johnson con l’obiettivo di arginare l’inquinamento da trasporto e incentivare “con la forza” il passaggio alle elettriche, è relativamente lontana. Tanto che magazine titolati come Auto Express hanno dato pareri positivi sulla decisione – contando sulla capacità delle case automobilistiche di reagire in fretta ai cambiamenti. Tuttavia, il sondaggio di What Car? ha messo in chiaro che più della metà degli intervistati non sarebbe favorevole a un siffatto divieto. E quasi un terzo ha ammesso inoltre di non aver capito esattamente quali saranno i tipi di auto la cui vendita sarà permessa fra 10 anni.

Un quinto degli acquirenti, altro dato interessante, ha dichiarato di non riuscire a capire le differenze tra i vari tipi di auto ibrida. Secondo il piano di Johnson, gli ibridi leggeri potranno essere venduti ancora fino al 2035, ma sono anche quelli che stanno avendo il maggiore successo in questo periodo. Mentre le ibride plug-in fanno parte ancora di un mercato di nicchia. La speranza, per tutti i governi che andranno verso divieti del genere, è che l’auto elettrica diventi più popolare: nel sondaggio gli interessati a comprare un’auto elettrica a seguito dell’annuncio 2030 sono un quarto del totale. La vorrebbero, però, a patto che venga migliorata l’infrastruttura di ricarica, considerata carente fuori dalla cerchia londinese.

Sempre un quarto degli automobilisti ha riferito, in relazione alla scelta di un’auto elettrica al posto di un diesel o di un benzina, di vedere di buon occhio incentivi alla rottamazione. Un discorso molto caro anche alle nostre latitudini. Steve Huntingford, editore di What Car?, ha dichiarato: “Con più della metà degli acquirenti che dichiara di non essere d’accordo con il divieto del 2030, il governo ha il suo bel da fare per convincere gli acquirenti a fare questo importante passaggio“.

Fonte formulapassion.it

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close