NewsRassegna Stampa

Conegliano (TV), 5 mesi a 42enne marocchino per violenza privata: percosse dopo lo stop al contratto del suo autolavaggio

Aveva aperto un autolavaggio senza aver alcun permesso e quando gli è stato detto che avrebbe dovuto chiuderlo ha minacciato e strattonato un rappresentante del proprietario.

Per questo E.F. 42enne di origine marocchina è stato condannato a una pena di 5 mesi per l’accusa di violenza privata. I fatti contestati all’uomo, difeso dall’avvocato Lucia Crosato, risalgono al 2013.

In quel periodo l’imputato, che ha alcuni precedenti specifici, aveva avviato un’attività di autolavaggio in una piazzola presa in affitto. Ma non avrebbe avuto alcun permesso o licenza per svolgere quel tipo di lavoro.

E quando il proprietario dell’area ne era venuto a conoscenza, aveva mandato da lui il suo assicuratore, per invitarlo a sospendere subito l’attività e informarlo che gli avrebbe annullato il contratto. Una notizia che avrebbe scatenato la violenta reazione del 42enne che si sarebbe avventato contro la vittima.

Lo avrebbe insultato e minacciato: “Ti uccido” per poi strattonarlo e colpirlo al volto con alcuni schiaffi.

Tanto da indurre l’assicuratore a chiedere aiuto ai carabinieri. L’uomo è così finito a processo con l’accusa di violenza privata.

Il pubblico ministero alla fine del processo ha chiesto una condanna a 1 anno di reclusione, accolta in parte dal giudice che lo ha condannato a una pena di 5 mesi.

Fonte qdpnews.it

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button