NewsRassegna Stampa

l Friuli Venezia Giulia potrà continuare a finanziare tramite sussidi il costo della benzina, ha deciso la Corte di Giustizia Europea

Giovedì la Corte di giustizia dell’Unione Europea ha stabilito che lo sconto sul prezzo del carburante per residenti del Friuli Venezia Giulia, in vigore ormai da più di vent’anni, non viola le leggi europee sulla tassazione dell’energia.

Dal 1996 l’Italia applica uno sconto sul carburante agli abitanti del Friuli Venezia Giulia per evitare che vadano a rifornirsi in massa in Slovenia, dove il prezzo è molto inferiore. I gestori dei rifornitori di benzina, che scontano il prezzo ai residenti, vengono poi rimborsati dalla regione.

La Commissione Europea ha fatto ricorso contro l’Italia sostenendo che il rimborso delle accise applicabili sulla benzina non sia autorizzato dall’Unione, violando quindi la direttiva europea sulla tassazione dell’energia. Secondo la Corte di giustizia però la Commissione non ha dimostrato che l’Italia applica questa riduzione sotto forma di accise – soggetta alle leggi europee – bensì come rimborso deciso del governo regionale, e ha quindi respinto il ricorso.

Fonte Ansa

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button