NewsRassegna Stampa

Ladro solitario e seriale ripreso dalle telecamere della stazione di servizio.

La denuncia del gestore dell’impianto: sono stanco di rimetterci sempre.

Due furti in due settimane. Stessa tecnica, uguale refurtiva e probabilmente stesso ladro. A farne le spese è stato il titolare della stazione carburanti «Conversano Petroli» sulla Manduria San Pietro in Bevagna che sinora ha perso alcune migliaia di euro tra la merce portata via e il denaro contenuto nel registratore di cassa. E questa volta il ladro solitario è stato intrappolato. Ma sono dalle telecamere dell’impianto, sia esterne che interne, che hanno ripreso tutta la scena.

«Sono stufo di rimetterci sempre, nessuno fa niente», si sfoga l’imprenditore che questa volta ha deciso di diffondere il video del furto «nella speranza che qualcosa si muova», afferma fiducioso il gestore guardando e riguardando le immagini delle telecamere di sorveglianza che riprendono tutte le fasi dell’ultima intrusione del malvivente.

Da quattro punti di vista differenti, l’obiettivo di altrettanti occhi elettronici che sorvegliano l’intero impianto offrono l’intera sequenza del furto. L’autore ha atteso che scendesse notte per portare a segno il colpo. Dopo le due nella notte tra giovedì e venerdì scorso, il primo video mostra la figura di un uomo che si avvicina sul lato sinistro del fabbricato adibito a bar tabacchi della stazione di servizio portando nelle mani qualcosa di pensante che scaraventa contro una finestra. Aperto così l’infisso, l’uomo s’intrufola all’interno dove una seconda telecamera ad infrarossi lo riprende mentre fa razzia delle sigarette poste sugli scaffali che afferra e mette all’interno di uno zaino. La scena che dura pochi secondi prosegue con il ladro che afferra il registratore di cassa che strappa dalla rete elettrica e se lo porta via. All’uscita le altre telecamere esterne lo riprendono mentre si allontana a piedi probabilmente per raggiungere un automezzo che aveva lasciato a distanza.   

Quanto il proprietario, alle prime luci dell’alba, è andato ad aprire il locale si è trovato davanti la stessa scena di due settimane prima con le confezioni di sigarette seminate ovunque e gli scaffali quasi vuoti. L’imprenditore ha presentato l’ennesima denuncia alle forze dell’ordine che hanno acquisito il supporto video dal quale sperano di trovare degli indizi utili a riconoscere il malvivente che da come si muove mostra una certa padronanza e sicurezza nei suoi compiti.

Fonte lavocedimanduria.it

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button