NewsRassegna Stampa

Lavoratori in nero in un ristorante con autolavaggio di Villongo: attività sospesa

Migliaia di euro di multa da parte dei Carabinieri di Sarnico.

Attività sospesa in un ristorante-autolavaggio a Villongo che impiegava lavoratori in nero: per la responsabile della società anche una contravvenzione di 14 mila euro. Nella mattinata di venerdì 1 ottobre, i militari della Stazione Carabinieri di Sarnico, unitamente al Carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Bergamo hanno denunciato una donna di 56 anni, titolare di una società di Villongo operante nel settore della ristorazione e della cura dell’auto.

I militari, si legge in una nota diffusa dal Comando provinciale, nel corso di uno specifico servizio volto al controllo del rispetto della normativa sul lavoro, hanno accertato la presenza, all’interno della società di tre lavoratori in nero. Di questi, il primo è stato sorpreso a lavorare come cuoco all’interno della cucina del ristorante mentre altri due erano a lavoro all’interno dell’autolavaggio. Questi ultimi, di origine indiana, non sono risultati in regola con il permesso di soggiorno, facendo scattare a carico della titolare una denuncia a piede libero per violazione del testo unico sull’immigrazione. A fronte di quanto riscontrato sono stati elevati oltre 14 mila euro di contravvenzione, l’attività è stata anche sospesa.

Contattata, la titolare dell’azienda ha fatto sapere di «non essere a conoscenza della sospensione dell’attività, tanto da non aver chiuso né il ristorante né la pompa di benzina». Quanto alla contravvenzione, la donna ha riferito di «non essere ancora a conoscenza della sanzione comminata».

Fonte ecodibergamo.it

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button