NewsRassegna Stampa

Benzina e diesel, doppia brutta sorpresa ai distributori

I prezzi oggi sono in aumento in tutta Italia. Intanto il 50% dei distributori controllati nel Trapanese è risultato non in regola con le comunicazioni riguardanti l’Osservaprezzi.

Nuovi rialzi dei prezzi consigliati nel fine settimana, mentre sulle medie nazionali dei prezzi praticati alla pompa continuiamo a registrare aumenti per la benzina e cali per il gasolio. Quotazioni internazionali in forte rialzo su entrambi i prodotti. Ancora in diminuzione i prezzi dei carburanti gassosi Gpl e metano. Brent a 110 dollari.

Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, sabato Eni ha aumentato di due centesimi al litro i prezzi consigliati di benzina e gasolio. per Q8 registriamo un rialzo di 2 cent/litro sulla verde e un ribasso di 1 cent/litro sul diesel.

Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti: benzina self service a 1,836 euro/litro (+5 millesimi, compagnie 1,840, pompe bianche 1,828), diesel a 1,833 euro/litro (-7, compagnie 1,838, pompe bianche 1,821). Benzina servito a 1,965 euro/litro (invariato, compagnie 2,008, pompe bianche 1,883), diesel a 1,963 euro/litro (-11, compagnie 2,007, pompe bianche 1,877). Gpl servito a 0,839 euro/litro (-2, compagnie 0,845, pompe bianche 0,832), metano servito a 1,872 euro/kg (-5, compagnie 1,936, pompe bianche 1,822), Gnl 2,115 euro/kg (-2, compagnie 2,162 euro/kg, pompe bianche 2,077 euro/kg). Questi sono i prezzi sulle autostrade: benzina self service 1,902 euro/litro (servito 2,125), gasolio self service 1,907 euro/litro (servito 2,138), Gpl 0,922 euro/litro, metano 2,263 euro/kg, Gnl 2,092 euro/kg.

Il comando provinciale della Guardia di finanza di Trapani ha intensificato i controlli nel settore vendita di carburanti per verificare sia la qualità del prodotto messo in vendita sia per contrastare pratiche commerciali scorrette e vigilare sui prezzi. Il 50% dei distributori controllati dalle Fiamme Gialle su tutto il territorio della provincia è risultato non in regola con le comunicazioni riguardanti l’Osservaprezzi carburanti del Ministero dello Sviluppo economico, con conseguente irrogazione delle previste sanzioni pecuniarie. Svolti anche accertamenti sulla corrispondenza tra il prezzo pubblicizzato e quello ‘alla pompa’ per verificare se il
costo indicato fosse lo stesso impostato nell’erogatore, sulla cartellonistica stradale e all’interno delle stazioni di rifornimento. All’esito delle analisi si procederà all’eventuale contestazioni delle ulteriori inadempienze da parte dei gestori dei distributori controllati sia in materia amministrativa che penale.

Fonte today.it

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button