NewsRassegna Stampa

Bologna. Controlli in autolavaggi e ristoranti Lavoro nero, sanzioni e denunce.

Ispezioni dei carabinieri a Medicina, Argelato, Galliera,. Imola, Monterenzio, Dozza. e San Pietro in Casale

Controlli in 15 esercizi tra autolavaggi, negozi di vicinato e di articoli per la casa, ristoranti e centri estetici, con otto sospensioni e 10 lavoratori in nero individuati, per un totale di oltre 200.000 euro di sanzioni. Questo, in sintesi, il bilancio delle attività svolte nel periodo delle festività natalizie dai carabinieri del Comando Tutela del lavoro-Nucleo Ispettorato del lavoro di Bologna. Oltre a individuare lavoratori impiegati senza alcun tipo di contratto e senza rispettare le preventive comunicazioni al Centro per l’impiego, i militari spiegano di aver anche accertato “inadempienze, da parte dei datori di lavoro, in materia di sicurezza, come l’omessa formazione-informazione sui rischi relativi ai luoghi di lavoro, la mancata redazione del documento valutazione rischi e la mancata sottoposizione a visita medica dei lavoratori”.

Inoltre, sono emerse violazioni delle norme che regolano l’installazione degli impianti di videosorveglianza sui luoghi di lavoro, per un totale di 28 violazioni accertate. Nel dettaglio, sono stati ispezionati tre autolavaggi gestiti da stranieri a Medicina, Argelato e Galliera, dove sono stati scoperti quattro lavoratori in nero, con due provvedimenti di sospensione dell’attività e sanzioni per oltre 85.000 euro. In particolare, a Medicina i carabinieri del Nucleo Ispettorato del lavoro e i militari della Tenenza del paese hanno sanzionato il titolare per aver occupato in nero due lavoratori stranieri, uno dei quali privo di permesso di soggiorno e hanno sospeso l’attività, denunciando l’uomo per violazione delle norme sull’impiego di stranieri privi di titolo di soggiorno, per non aver sottoposto i dipendenti a visita medica, per non aver fornito loro adeguata formazione e per non aver custodito il Dvr. Altri due lavoratori in nero, uno dei quali senza permesso di soggiorno, sono stati trovati nell’autolavaggio di Argelato.

Anche in questo caso è stata disposta la sospensione dell’attività e il titolare è stato sanzionato, oltre ad essere denunciato. Anche a Galliera sono state riscontrate violazioni in materia di sicurezza sul lavoro, per le quali i carabinieri hanno multato il titolare, senza però sospendere l’attività. Altre ispezioni sono state svolte in cinque ristoranti della provincia, due a Imola, uno a Monterenzio, uno a San Pietro in Casale e uno a Dozza, con sanzioni per l’impiego di due lavoratori extracomunitari in nero, la sospensione di tre locali e sanzioni per un totale di 40.000 euro tra multe e ammende.

Fonte ilrestodelcarlino.it

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button