NewsRassegna Stampa

Ennesimo furto al bar, il titolare lo vede in diretta. Lo sfogo: “Siamo indifesi”Accade a Certaldo. “Subiamo una razzia ogni anno, ora basta”

«Hanno spaccato le lampade, dotate di sensori di movimento, che abbiamo installato dopo il furto subìto un anno fa e, una volta al buio, hanno forzato la finestra laterale e sono entrati nel bar”. Il tutto per compiere una razzia sulla cui effettiva stima sono in corso accertamenti. Secondo una prima valutazione, “hanno portato via tabacchi per 2-4mila euo”, racconta Jonathan Cisternino, con il fratello Alessandro, titolare del Jo Bar. Il locale si trova a Certaldo in via delle Regioni, all’interno di una stazione di servizio.

Ieri notte, quando l’orologio segnava l’1.51, è scattato l’assalto. “L’ho visto in diretta – commenta con rammarico il titolare – Ho il sistema di videosorveglianza collegato con il cellulare: quando i ladri sono entrati nel locale, dopo aver spaccato e buttato le luci esterne nel rio vicino all’attività e dopo aver forzato con un piede di porco l’infisso, è scattato l’allarme ‘silenzioso’, segnalandomi l’intrusione dei due, con in dosso una tuta da imbianchino, viso coperto e guanti alle mani”.
Una volta dentro, “sono andati a colpo sicuro all’espositore dei tabacchi e lo hanno svuotato per poi scappare, arraffando il possibile, comprese alcune bottiglie di bevande”. Tutto in un minuto e quaranta secondi.
“Viaggiamo a una media di un furto l’anno da quando abbiamo aperto cinque anni fa – continua Cisternino – L’ultimo risaliva all’inizio del 2020: allora agirono in quattro, stanotte hanno agito in due, ma a vederli sembrano gli stessi, determinati a portare via i tabacchi”.

Una pena osservare “impotenti” l’azione scattata “nonostante abbiamo videosorveglianza, allarme silenzioso, illuminazione, finestre rinforzate e il collegamento con la vigilanza privata – continua il giovane imprenditore – Fra l’altro, tanto i carabinieri quanto i vigilantes sono accorsi, raggiungendo il locale in pochi minuti dalla richiesta d’intervento. Che dire? Speriamo che la media di raid non peggiori, noi onestamente visto quanto abbiamo investito in sicurezza non sappiamo che altro fare: per fortuna i danni sono contenuti, stanotte abbiamo risistemato e all’orario di apertura abbiamo accolto i clienti”.

Fonte lanazione.it

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button