NewsRassegna Stampa

Camionista derubato in area di servizio “Gargano Ovest”, colpo da 35mila euro. Polizia recupera intera refurtiva nel giro di poche ore.

Recuperati dagli agenti 232 pneumatici corrispondenti nel numero e nelle caratteristiche a quelli trafugati. La scoperta in un autoparco nel centro abitato di Cerignola.

Nella notte del 3 marzo scorso, un autotrasportatore fermo in sosta presso l’area di servizio “Gargano Ovest” dell’autostrada A14, nei pressi di Foggia, ha subito il furto di quasi tutto il carico trasportato, costituito da centinaia di pneumatici nuovi per veicoli di alta gamma destinati ad equipaggiare veicoli nuovi di fabbrica ancora da commercializzare. Solo al momento di rimettersi in viaggio l’autista, un uomo di nazionalità bielorussa, ha fatto la sgradevole scoperta. Dopo aver chiesto aiuto agli addetti della Stazione di servizio, è stato raggiunto dagli agenti della Sottosezione autostradale di Foggia che lo hanno accompagnato in ufficio per sporgere denuncia. Adempiute queste formalità si è rimesso in viaggio per raggiungere la propria destinazione.

Gli uomini della Sottosezione autostradale non si sono però persi d’animo e si sono messi immediatamente all’opera. Personale in borghese ha battuto attentamente chilometri di strade limitrofe all’autostrada alla ricerca di un autocarro di grosse dimensioni, l’unico in grado di poter trasportare un carico tanto voluminoso: le prime risultanze investigative hanno concentrato l’attenzione degli investigatori su alcuni veicoli transitati in autostrada in orario compatibile con il furto. L’impegno è stato premiato alcune ore dopo; presso un autoparco ubicato nei pressi del centro abitato di Cerignola è stato individuato un mezzo simile ad uno di quelli ricercato, all’interno del quale sono stati rinvenuti 232 pneumatici corrispondenti nel numero e nelle caratteristiche a quelli trafugati. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro ed i pneumatici restituiti all’avente diritto. Sono in corso ulteriori accertamenti per risalire all’identità degli autori del delitto che, comunque, sono stati privati dell’ingente refurtiva, del valore di mercato non inferiore a 35mila euro.

Fonte immediato.net

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button