NewsRassegna Stampa

I benzinai di Torino scrivono a Cirio e al prefetto: “Siamo un servizio pubblico, vogliamo vaccinarci”.

Nettis (Faib Confesercenti): “La nostra è una categoria particolarmente a rischio, ma non abbiamo tutele”.

Anche noi siamo un servizio pubblico, ma non abbiamo tutele. Chiediamo di essere vaccinati“. E’ questo il messaggio che la Faib, la federazione di categoria per i benzinai della Confesercenti, ha scritto al prefetto di Torino, Claudio Palomba, e al presidente della Regione, Alberto Cirio, per chiedere il loro un intervento affinché si acceleri la campagna vaccinale a tutela della categoria. 

Il nostro – dice presidente di Faib Piemonte, Gianni Nettisè un settore che ha mantenuto l’operatività in tutti le fasi di questa pandemia, e che, per sua particolare natura, si trova, più che altre realtà, a contatto con le più svariate tipologie di clienti. Tra questi anche forze dell’ordine, personale medico e infermieristico, automezzi dei pronti soccorsi, persone quotidianamente coinvolte in prima linea nel fronteggiare questa terribile situazione“. 

Per la loro e per la nostra tutela – prosegue – ci rivolgiamo dunque a Voi affinché possiate farvi portavoce della nostra particolare situazione lavorativa e della necessità che gestori carburanti siano destinatari in tempi più rapidi possibili di un piano vaccinale puntuale“.

Fonte torinoggi.it

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button