NewsRassegna Stampa

Chevron firma un contratto di fornitura di GNL con il Giappone.

Il Giappone ha detto che il GNL svolgerà un ruolo importante nel processo di transizione energetica del paese, che intende raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050

La compagnia petrolifera statunitense Chevron ha firmato un accordo con la società giapponese del gas Hokkaido per la fornitura di 500mila tonnellate di gas naturale liquefatto (GNL) in cinque anni, a partire dall’aprile del 2022.
I dettagli economici dell’accordo non sono chiari. Ma i volumi concordati equivalgono all’incirca ad otto o nove carichi di GNL da 60mila tonnellate ciascuno.

GNL PROVENIENTE DALL’AUSTRALIA
Il GNL che Chevron fornirà ad Hokkaido Gas proverrà da una serie di impianti localizzati principalmente in Australia, per ragioni di vicinanza geografica: tra questi North West Shelf Venture (dalla capacità di 16,3 milioni di tonnellate all’anno), il progetto Gorgon (da 15,6 milioni) e quello Wheatstone, tutti nello stato dell’Australia Occidentale.

IL VALORE DELL’ACCORDO PER CHEVRON E HOKKAIDO GAS
Il contratto tra le due aziende è il primo accordo tra Hokkaido Gas e un produttore di GNL, e il primo accordo di fornitura di Chevron con un acquirente giapponese dal 2013.

Hokkaido Gas ha già un contratto per l’acquisto di circa 200mila tonnellate di GNL all’anno per dieci anni (dall’aprile 2019 al marzo 2029) dalla compagnia giapponese Mitsui. Più un secondo contratto, con la utility Tokyo Gas, per l’acquisto di 300mila-400mila tonnellate di GNL all’anno dal 2021 al 2023.

Per Chevron, l’accordo con Hokkaido Gas arriva dopo quello firmato a febbraio con la società singaporiana Pavilion Energy per la fornitura di 500mila tonnellate all’anno di GNL per sei anni, a partire dal 2023. Ogni carico sarà accompagnato da un documento che attesterà le emissioni di gas serra generate durante il percorso del gas dal pozzo fino al porto di destinazione, a Singapore.

GNL CARBON-NEUTRAL?
Per il momento non è noto se i carichi di GNL che Chevron invierà ad Hokkaido Gas prevederanno simili misure di monitoraggio delle emissioni. Il 18 marzo Hokkaido Gas ha ricevuto un carico di 64mila tonnellate di GNL “carbon-neutral” da Mitsui: è stata la prima transazione di questo tipo per entrambe le società.

L’ALLEANZA IN GIAPPONE
Lo scorso marzo quindici aziende giapponesi operanti in settori diversi hanno istituito la Carbon-neutral LNG Buyers Alliance, un’organizzazione che si prefigge appunto di promuovere il GNL “a impatto climatico zero”, il cui bilancio di emissioni di carbonio – cioè – sia complessivamente nullo.

COSA DICE IL GIAPPONE SUL GNL
Il governo giapponese ha detto che il GNL svolgerà un ruolo importante nel processo di transizione energetica del paese, che intende raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050.

Fonte energiaoltre.it – Articolo di Marco dell’Aguzzo

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button