NewsRassegna Stampa

Smaltimento illecito di rifiuti liquidi: sequestrate 4 vasche di un autolavaggio a Sapri.

Nel corso di una vasta operazione finalizzata a prevenire e contrastare reati di natura ambientale, soprattutto per quanto riguarda il rispetto della normativa di settore in materia di scarico di acque reflue e della gestione dei rifiuti, i militari dell’Ufficio Circondariale di Palinuro e dell’Ufficio Locale Marittimo di Sapri hanno proceduto al sequestro preventivo di 4 vasche di raccolta con all’interno circa 8.000 litri di rifiuti liquidi altamente inquinanti presso un autolavaggio nel Comune di Sapri. Le verifiche poste in essere hanno consentito di accertare che l’attività fosse priva di qualsiasi documentazione comprovante l’avvenuto smaltimento dei rifiuti liquidi prodotti. In altri termini, il titolare non ha saputo dimostrare documentalmente ai militari della Guardia Costiera cilentana, secondo quanto richiesto dalla legge, come avesse smaltito i rifiuti prodotti e dove gli stessi fossero stati indirizzati.

Infatti, in considerazione delle specifiche norme che disciplinano il corretto scarico e smaltimento delle acque provenienti dal lavaggio delle autovetture, considerate “acque reflue industriali” in quanto molto inquinanti, le stesse devono essere stivate in apposite vasche di raccolta per poi essere consegnate alle ditte specializzate oppure subire, all’interno dello stesso stabilimento, uno specifico trattamento di depurazione, a seguito del quale, con apposita autorizzazione tutto può essere convogliato al sistema fognario cittadino, poiché depurato.

Per la condotta illecita, il responsabile è stato denunciato.

Fonte italia2tv.it –  Articolo di Pasquale Sorrentino

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button