NewsRassegna Stampa

Giugliano, fa benzina e scappa: benzinaio trascinato per metri. Arrestato 23enne

Finisce in carcere per aver fatto rifornimento di carburante senza pagare e dopo aver ferito il benzinaio. In manette Giovanni Ciotola, 23enne di Napoli. A eseguire il provvedimento i carabinieri della stazione di Varcaturo in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Napoli Nord.

L’uomo è indagato del delitto di rapina aggravata. La vicenda risale al primo gennaio 2022, nei pressi di un distributore di benzina della zona costiera di Giugliano in Campania. Il 23enne effettua il rifornimento di carburante alla propria autovettura. Poi, per non pagarne il prezzo, riparte velocemente cercando di darsi alla fuga.

Il benzinaio, tuttavia, nel tentativo di fermare l’auto, afferra le chiavi nel quadro ma Ciotola è spregiudicato e disposto a tutto pur di non pagare. Il benzinaio rimane agganciato alla portiera, l’altro accelera e la vittima rovina a terra sul selciato dopo essere stato trascinato dal malvivente per alcuni metri. Il 23enne alla fine riesce a scappare, lasciando l’operaio a terra con lesioni multiple. Dopo la denuncia sono scattate le indagini.

Le indagini e l’arresto di Giovanni Ciotola

Decisive sono state le immagini di videosorveglianza del distributore. Gli investigatori sono riusciti infatti a risalire all’identità del soggetto, nonostante lo stesso avesse modificato parzialmente la targa, proprio al fine di portare a termine il suo progetto criminoso. L’odierno provvedimento conferma l’attenzione della Procura della Repubblica e delle forze dell’ordine nel contrasto ai delitti contro la persona ed il patrimonio.

Fonte teleclubitalia.it – Articolo di Marino Ciccarelli

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button