NewsRassegna Stampa

Mafia, Lady Petrolio condannata a 13 anni e 2 mesi: Anna Bettozzi finisce in carcere

L’indagine che coinvolge Lady Petrolio ha riguardato anche le procure di Catanzaro, Reggio Calabria e Napoli

Il gup di Roma, al termine di un processo svolto con il rito abbreviato, ha condannato a 13 anni e 2 mesi di carcere, Anna Bettozzi, conosciuta come Ana Bettz, nell’ambito di uno dei processi nati dalla maxindagine sulle Petrol Mafie Spa. Il giudice ha disposto altre otto condanne con pene comprese tra i 9 anni e 4 mesi e i 4 anni e 2 mesi. Per la Bettozzi disposti 3 anni di libertà vigiliata. L’indagine che coinvolge Lady Petrolio ha riguardato anche le procure di Catanzaro, Reggio Calabria e Napoli.
I pm contestavano all’imprenditrice, con un passato da cantante e vedova del petroliere Sergio Di Cesare, e agli altri imputati le accuse, a vario titolo, di associazione per delinquere costituita per la commissione di plurimi reati tributari, illecita commercializzazione di prodotti petroliferi, riciclaggio, autoriciclaggio, anche al fine di agevolare le attività di associazioni di tipo mafioso. Bettozzi venne arrestata nel maggio del 2019: fu bloccata a bordo di una Rolls Royce alla frontiera di Ventimiglia mentre era diretta al Festival di Cannes. In quella occasione la Guardia di Finanza la trovò in possesso di 300mila euro in contanti e nel corso di una perquisizione in albergo a Milano le furono trovati altri 1,4 milioni di euro. Denaro poi posto sotto sequestro dagli inquirenti.

Fonte ilmessaggero.it

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button