NewsRassegna Stampa

Lotteria degli scontrini – la guida per gli esercenti

Le indicazioni essenziali per non perdere l’opportunità di vincere e di far vincere ai propri clienti un premio in denaro grazie al concorso che prenderà il via dal 1° gennaio 2021

Gli strumenti tecnologici indispensabili per partecipare all’estrazione, cosa fare prima di emettere lo scontrino, i dati da riportare sul documento commerciale. Le istruzioni pratiche per prendere parte alla riffa sono sintetizzate nel vademecum “Lotteria degli scontrini – Guida rapida per gli esercenti” disponibile nella sezionead hoc del sito “L’Agenzia informa” e su questa rivista. Ancora più schematizzate, inoltre, le slide che la completano concentrando l’argomento in quattro passaggi essenziali: tutto il materiale è reperibile nell’area tematica dedicata allo Scontrino elettronico del sito internet istituzionale.

Al concorso a premi, che partirà dal 1° gennaio 2021, collegato agli acquisti effettuati con strumenti di pagamento elettronici (bancomat, carta di credito, carta di debito, Satispay, eccetera), partecipano, infatti, anche i negozianti, che rilasciano il documento commerciale e trasmettono telematicamente i corrispettivi all’Agenzia delle entrate: il biglietto estratto che premia il consumatore risulta vincente anche per l’operatore commerciale che lo ha emesso.

Per gli esercenti sono previsti 15 premi settimanali da 5mila euro ciascuno, 10 premi mensili da 20mila euro ciascuno e un premio annuale da un milionedi euro.

Per vincere, occorrono strumenti adeguati
La guida dell’Agenzia, in poche sintetiche pagine, indica, passo dopo passo, gli step di verifica necessari per assicurarsi la partecipazione al concorso a premi. La prima mossa è controllare se il software del proprio registratore telematico è “pronto” a memorizzare e trasmettere i dati della lotteria. L’operatore, naturalmente, deve essere poi in grado di accettare i pagamenti elettronici (con Pos o altri sistemi omologati) e possedere un lettore ottico di codici a barre per poter registrare automaticamente e con sicurezza il codice lotteria che gli verrà mostrato dal cliente.
Il venditore, spiega la guida, che trasmette i corrispettivi al Fisco non tramite registratore telematico ma attraverso la procedura web “documento commerciale online”, disponibile nel portale “Fatture e Corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle entrate, deve inserire manualmente, al momento della predisposizione del documento commerciale, il codice lotteria comunicato dall’acquirente.

E sullo scontrino non devono mancare
Oltre alle notizie che di consueto riporta un documento commerciale (importo, data, matricola del registratore telematico), sullo scontrino deve essere messo in evidenza l’importo pagato elettronicamente (superiore a 1 euro, somma minima per partecipare al concorso a premi) e il codice lotteria del cliente.

Scontrini emessi e vincite consultabili in rete
Gli scontrini trasmessi possono essere visualizzati dal venditore in un’apposita area riservata del portale “Fatture e corrispettivi”, gestito dall’Agenzia delle entrate, mentre per controllare le eventuali vincite si dovrà accedere all’area riservata del portale “Lotteria degli Scontrini”.
L’Agenzia delle dogane e dei monopoli avvertirà comunque il fortunato con una sua comunicazione.

Fonte fiscooggi.it

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close