NewsRassegna Stampa

Le nuove norme Euro 7 ammazzeranno i motori benzina e diesel?

Le norme sulle emissioni dei motori Euro 7 potrebbero decretare l’atto di morte del termico nel 2026.

Alla luce della continua corsa verso la mobilità elettrificata, con l’avvento sul mercato Automotive di un maggior numero di auto mosse “dagli elettroni” e da motori elettrici o ibridi, tenendo conto anche delle prossime rigide restrizioni sul termico che verranno imposte da alcuni paesi, in particolare modo nel Regno Unito, il “regno” del motore a combustione interna sembra stia realmente giungendo alla sua conclusione.

Le nuove norme sulle emissioni dei prossimi Euro 7 potrebbero realmente decretare l’atto di morte del termico già nel prossimo 2026. Le inedite normative che regolamenteranno i motori a combustione entreranno in vigore nel 2025 con le proposte indette dal Consortium for Ultra Low Vehicle Emissions (Clove) insieme a quelle dei consulenti tecnici della Commissione Europea. Queste saranno molto rigide e porterebbero, in pratica, a una situazione molto simile a un completo divieto di veicoli alimentati da un motore a combustione interna, compresi alcuni veicoli ibridi dotati di motori Mild Hybrid.

La proposta per i motori Euro 7 potrebbe obbligare i prossimi motori termici ad adottare diversi catalizzatori e filtri in base alla cilindrata e alla tipologia di motore, oltre all’obbligo di adozione di un sistema diagnostico di bordo per monitorare le emissioni del propulsore. Ovviamente i diversi dispositivi farebbero aumentare sensibilmente il costo produttivo dei veicoli e i diversi filtri per le emissioni sarebbero impossibili da montare su auto di piccole dimensioni, portando le case automobilistiche ad abbandonare del tutto il motore a benzina o Diesel in vista del prossimo futuro.

Fonte motorionline.com – Articolo di Simone Dellisanti

Mostra di più

Articoli Correlati

Back to top button